OpinionCIATTI
 
Company

1950

Dagli anni Cinquanta la famiglia Ciatti si occupa dell’azienda che porta il suo nome, attività imprenditoriale che si è evoluta – e sta tuttora evolvendosi – nell’arco di tre generazioni.

2003

Nasce nel 2003 con il nome di CCR con l’incontro tra Flavia Ciatti e Bruno Rainaldi, curioso e utopico sperimentatore di codici espressivi. Una nuova azienda orientata a sviluppare complementi e accessori per la casa. Con la direzione artistica di Bruno Rainaldi, nascono mobili, sedute, specchi e oggetti disegnati sia da Bruno Rainaldi sia da altri esponenti del design italiano. A marchio CCR nascono pezzi importanti tra cui Ptolomeo che diventa in breve tempo il bestseller dell’azienda. Per questo progetto a Bruno Rainaldi viene assegnato il “Compasso d’oro 2004”

2006

Nel 2006 Lapo Ciatti, che rappresenta la terza generazione, entra in azienda con l’istinto imprenditoriale di famiglia e la formazione in Industrial Design.
Nuovi confronti e nuove opinioni. Nasce OPINION CIATTI, OC, sempre con la direzione artistica di Bruno Rainaldi e con sede a Calenzano. Marchio che sostituisce CCR.

2011

Nel 2011 Bruno Rainaldi lascia in eredità a Lapo Ciatti un bagaglio culturale ed espressivo importante.
Lapo oggi porta avanti in solitaria, oltre alla direzione aziendale anche quella artistica.

2012

Esce la prima collezione di Lapo Ciatti con pezzi che non tradiscono le aspettative frutto degli insegnamenti del maestro.

MISSION OC

Il motore di tutto è la passione di Lapo Ciatti sul design, inteso come forma espressiva applicata agli oggetti di uso comune. Una passione che ha tracciato indelebilmente tutti i passaggi della sua vita.
Oggi una collezione di librerie specchi e complementi d’arredo - domani un lifestyle a 360°
Un percorso progressivo che affronterà tutti gli ambienti domestici e non solo, attento a segnare sempre un evoluzione su ciò che è stato fatto, non semplici oggetti formali ma bensi MASTERPIECES, che durano nel tempo e che si contraddistinguano per forma e funzione.

OC= la nostra interpretazione sul mondo del design