Chiodo Schiaccia Chiodo Totem Bruno Rainaldi / 2007

Una colonna girevole, un contenitore, uno specchio, un appendiabiti. E’ il massimo della funzionalità il Totem Chiodo Schiaccia Chiodo, è il trionfo del minimalismo. Un prisma rettangolare, una struttura in mdf bianco girevole a 360°, tre lati chiusi a nascondere un vano contenitore equipaggiato con tre ripiani. Uno specchio a tutta altezza nel mezzo, ai lati, due pannelli dove trovano spazio dieci chiodi appendiabiti.

E’ un oggetto passepartout Totem Chiodo Schiaccia Chiodo, una soluzione pratica e versatile adatta a qualsiasi stanza. In ingresso per l’ultimo sguardo prima di uscire, depositario di ombrelli, mazzi di chiavi e di tutto quello di cui arrivati in casa ci si vuole disfare, in camera da letto o nella cabina armadio per collane, cravatte, foulard divertente soluzione per quanto solitamente si fa fatica a collocare, in bagno come discreto ma al tempo stesso comodo contenitore di asciugamani e prodotti per la cura personale.

Linee precise, forme rigorose, bianco assoluto, unica concessione il luccichio dato dalle tre finiture dei chiodi (cromo, oro 24 k e nichel nero) tra le quali scegliere.

" Un chiodo in fusione, in argento, in oro o nichel nero, semplicemente infilato nel muro.

O a reggere una mensola. Inchiodato insieme ad altri in uno specchio. Chiodi inchiodati all’anta dell’armadio,

come una danza di ordine e caos, coreografia inevitabile nelle vite di tutti. "

Bruno Rainaldi
Banner19