Roberta

Roberta Colombo

Roberta Colombo nasce a Milano nel 1957 e nel 1978 si diploma in pittura all’Accademia di Brera.

Dal 1980 al 1995, insieme a Clara Rota, dà vita a Cartabolo, legatoria e laboratorio sperimentale di decorazione e lavorazione della carta che le porta a esporre i propri lavori in Italia e all’estero.

Con sguardi diversi costruisce il suo lavoro attorno ad alcuni temi ricorrenti: l’identità di genere, il corpo, il quotidiano ed il ricordo, la vita simbolica e nascosta parlata dalle cose.

La sua ricerca personale continua utilizzando materiali diversi, principalmente la ceramica, per la capacità della terra di raccogliere con immediatezza le impronte ma anche di rendere con precisione le copie, come ritratti, degli oggetti reali. Indumenti affettivi e oggetti di famiglia, insieme a quelli recuperati per strada o nelle discariche, divengono parte significante del suo lavoro.

Nel 2002 inizia la collaborazione con Bruno Rainaldi e nel 2006 presentano insieme la collezione di tavoli ASFALTO, per le Edizioni Entratalibera.

Dal 2015 partecipa ai laboratori di Wurmkos, gruppo di artisti con e senza disagi psichici fondato da Pasquale Campanella nel 1987, che sviluppa progetti di arte partecipata.